mercoledì 25 novembre 2009

Pollo arrosto alla Julia Child.





So che l'inglese non penalizzerà nessuno, perché le immagini sono molto chiare e la sequenza concede a tutti di capire le indicazioni date dal parlato.
Se ci sono domande a riguardo, Aiuola risponde.

La ricetta è quella di Julia Child, il video è tratto dal blog foodwishes.

Bon appétit!

9 commenti:

Artemisia Comina ha detto...

uhm, che pollo COMODO, tutto bello a pezzetti. un video esemplare. perplessa sul condire l'insalatina con i succhi pollinei.

tu conosci senz'altro la cottura del pollo nudo e crudo con solo un limone infilato nella pancia e cosparso di sale, senza grassi; cottura in grado di produrre succhi golosi e patate sublimi.

Simo ha detto...

Grazie Aiuola!!!

Francesca ha detto...

oh oh, l'ho visto ieri seraaaa! e avevo proprio pensato che voglia di un pollo arrosto perfetto ;)!
merci aiuolina!

a.o. ha detto...

@artemisia: perplesità condivisa. Che dire: ossessione americana della dressing souce... puritani anche con l'insalata, che deve essere seeeempre vestita ;D

con il solo limone infilato nella pancia? mi mancava, lo terrò presente. conosco però la magica cottura del pollo schiaffato in forno così com'è, spesso lo accompagno con grossi pezzi di cipolla di Tropea... e i succhi golosi, cipollati, caramellati, raddoppiano.

@simo: prego Simo, facile facile, no?

@francesca: piaciuto? tanta voglia di cucinare.... e di mangiare!

papavero di campo ha detto...

aiuola hai visto il film? ne parlavo con simonapinto, è stata dura reggere la streep che parlava come una pazza, anzi squittiva e cantilenava le frasi e recitazione sopra le righe, ma non era colpa di meril! è che julia child era tutta un booonnn appettitttttt!!!ma la fortuna è destinata a certe animucce e lei si trovava negli anni 50 a parigi e ogni cosa che riportava aveva l'aura sacrale di paris, per cui la sola parolina bourguignonne era una flautata musica che poteva far cadere stecchito qualsiasi rude cow boy!
vabbè c'ha avuto naso e occhio e cuore! e soprattutto un'americanissima pragmatissima dotazione di caparbietà!

a.o. ha detto...

Mi sono riproposta di vedere il film in lingua originale, perché mi sembrava che la doppiatrice avesse calcato un po' la mano con certi toni alti e altrettanti toni bassi. Nel frattempo youtube mi ha fatto rivedere certi suoi filmati originali e la sorpresa è stata ancora più grande, perché la Child parlava davvero così ed era davvero bizzarra anche nei gesti e nel modo di muoversi, che trovo (è una personalissima opinione) assolutamente scoordinato rispetto - per esempio - all' espressione del volto. Che strana donna!
Trovo che Meryl la ingentilisca parecchio, la renda molto più raffinata, sebbene ripresa continuamente dal basso per 'aumentare' una stazza very very yankee, non riesce mai ad equiparare il goffo, insolito, eccentrico, modo di Julia... e meno male!

papavero di campo ha detto...

mi hai incuriosita e sono andata a vedere la vera julia,
terribilis! sembra jack lemmon vestito da donna, ora capisco meglio la povera meril streep!
è vero l'ha ingentilita!

a.o. ha detto...

Jack Lemmon: spiccicata! aha aha aha ahahahah :D

Anonimo ha detto...

Magari menzionare il sito che ha scoperto il video di chef John, non sarebbe male!!!!

http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=147487