venerdì 13 giugno 2008

Venerdì. Io pranzo da sola.






























C'è una canzone intitolata Thank God it's Friday (grazie a dio è venerdì), pertinente, se si considera che il venerdì alle 13.30 termina la mia settimana lavorativa. In realtà appartiene proprio al venerdì pomeriggio il vero tempo libero, poiché spesso per il sabato o la domenica -ahimé - c'è già un programma o un impegno. Ho dunque il tempo di tornare a casa, mettermi in panciolle per qualche minuto e decidere in che cosa consisterà il mio imminente pranzo. Per l'occasione la scelta è condizionata da due fattori: leggerezza e velocità, pertanto il venerdì le insalate finiscono per farla da padrone. A patto però che siano fantasiose e gustose, vivaci gli ingredienti e aromatici i sapori.
Validissime alternative alle insalate sono le carni fredde (o anche gli affettati di pesce affumicato), precedentemente preparate e pronte da servire in tavola. Non mi resta che scegliere se vestirle con una salsa (tra le mie preferite quella allo yogurt ed erba cipollina) o semplicemente con olio, limone e pepe nero. Attenzione però, quando proprio mi sento in pace con me stessa, rilassata e ho voglia di concedermi una coccola, la scelta ricade sulle uova, così come le vedete nella foto. Semplicemente tolte dall'acqua e condite con un filo d'olio extra vergine d'oliva categoria "fruttato intenso" possibilmente varietà carolea (un'oliva molto decisa), un pizzico di fleur de sel di Guerande e una macinata di pepe.
Va benissimo... E la coccola?
La coccola consiste nel concedermi una spudorata, disinibitissima scarpetta de luxe, con un signor pane.

Proprio vero: thank god it's friday!


Menù del giorno

Foto 1: uova del venerdì con insalatina mista.

Foto 2: pompelmo rosa, provenienza Spagna.

Foto 3: cioccolatino Lindt au champagne marc.

6 commenti:

CONNIE ha detto...

Ciao! Looks yummy and I love Lindt especially the white ones. I didn't expect that I would get a visit from Italy! I was going to e-mail you but I couldn't find one on your blog.

Anyways, grazie molto for the warm welcome. I always wanted to visit Italy... maybe someday.

Connie

livi ha detto...

mmmhhh...se questi sono i tuoi menu x il venerdi a pranzo....ce ancora un posto a tavola???
:o) livi

papavero di campo ha detto...

la semplicità è chiccosa!
stare un po' da soli anche!

meristemi ha detto...

E anche l'occhio vuole la sua parte. Già solo il vizio dell'estetica è una coccola.

Artemisia Comina ha detto...

ah, la Scarpetta! più è semplice l'intingolo, meglio riesce (olio e sale, porta del cielo); ma anche le variazioni, gli imprevisti, i furti...

a.o. ha detto...

@connie: I have not an e-mail on my blog, but you can leave a comment, it is very welcome.
ciao
a.o.

@livi: carissima, ti aspetto per il prossimo venerdì, hai delle preferenze?
a.o.

@papavero: in my solituuude...eggs are!

@meristemi: il vizio dell'estetica, meristemi mi fai acquisire consapevolezza.
a.o.

@artemisia: poliedricità e gusto... e poliedricità del gusto... ma anche poliedricità nel gusto.
ciao artemisia.
a.o.
a.o.