domenica 9 maggio 2010

Bellezza assoluta. Dedicato a Peppino...


Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà. All’esistenza di orrendi palazzi sorti all’improvviso, con tutto il loro squallore, da operazioni speculative, ci si abitua con pronta facilità, si mettono le tendine alle finestre, le piante sul davanzale, e presto ci si dimentica di come erano quei luoghi prima, ed ogni cosa, per il solo fatto che è così, pare dover essere così da sempre e per sempre. È per questo che bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché in uomini e donne non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore.


Peppino Impastato

9 commenti:

Anna ha detto...

Mi associo al tuo post dedicato ad una persona da non dimenticare.Felice domenica.Anna

artemisia comina ha detto...

ho un amarillis che sta per fiorire... :))

papavero di campo ha detto...

i cento passi
ma verso la bellezza
uno ne basta

Cristina ha detto...

Grazie a.o. !
10 100 1000 Peppino!!!
Senza retorica...E' di questi Uomini che ha bisogno il nostro Paese!!!
Cristina

Federica ha detto...

Cara a.o.
parole che fanno riflettere, grazie per averle pubblicate...stasera mi sa che guarderò il dvd de "I cento passi"!
Un abbraccio

Paoletta ha detto...

l'essenza in poche sintetiche frasi!!!
grazie di avercele ricordate!!!

dede ha detto...

grazie

antonella e morfeo ha detto...

Per non dimenticare mai ...ne abbiamo tanto bisogno

Roberta Cobrizo ha detto...

l'educazione alla bellezza è un dovere, sì.
un abbraccio ao.
come mi mancano le nostre chiacchierate... (la tua mail è sempre la stessa?)