martedì 6 aprile 2010

Zuccotto di ‘Colomba Sorelle Nurzia’ con cuore tenero di ricotta e ‘Cedro liscio di Diamante’ candito.



Nel pensare alla realizzazione di una ricetta per volare con le 99 colombe, ho sentito come fisiologica, quasi impellente, l’esigenza di far incontrare la storia di due terre generose e sfortunate, due terre seducenti, sebbene assai timide ed a molti sconosciute. Entrambe protagoniste assolute - in un passato più o meno recente - di un evento tragico come il terremoto.
Ho avvertito forte la volontà di unirle metaforicamente, strette in un abbraccio: ho voluto a tutti i costi che Abruzzo e Calabria si incontrassero, si unissero in volo … come due colombe.
Perciò ho scelto come ingredienti la Colomba Sorelle Nurzia e il Cedro liscio di Diamante, ho scelto come ricetta uno ‘zuccotto’ che rimanda simpaticamente alla caparbietà notoria della loro gente ed ho scelto un ripieno gentile di ricotta per via di quel cuore tenero che - sotto una pellaccia dura come d’armadillo - ogni abruzzese ed ogni calabrese incontaminatamente preserva.



La ricetta base è di La Cucina Italiana, qui riportata con le modifiche dell'Aiuola Odorosa:

Ingredienti:
1 colomba Sorelle Nurzia - ricotta fresca gr. 500 - zucchero a velo gr. 100 - cedro liscio di Diamante candito gr. 80 e per decorare - un tuorlo - Maraschino.

Preparazione:
Tagliate le estremità alla colomba in modo da ottenere una forma tondeggiante, ottenete due dischi dell'altezza di un dito e mezzo cominciando dal basso, quindi ricavate da uno di essi sei o sette spicchi uguali; con questi foderate uno stampo a cupola da zuccotto o una ciotola (diametro 17 cm) su cui avrete precedentemente fatto aderire della pellicola. Passate a setaccio la ricotta e lavoratela insieme con il tuorlo e con lo zucchero a velo. Tagliete a pezzetti il cedro e la parte superiore della colomba, facendo capitar dentro anche qualche mandorla e qualche zuccherino, e amalgamateli alla ricotta. Pennellate con il Maraschino la colomba con la quale avete foderato lo stampo. Riempite l'interno dello zuccotto con la ricotta livellandola. Coprite con il secondo disco di colomba, bagnando leggermente ed eventualmente ritagliando l'eccesso. Lasciate raffreddare in frigo anche tutta la notte, capovolgete e sformate aiutandovi con la pellicola. Decorate come preferite, con altro zucchero a velo e cedro, o lasciate al naturale, così, zuccottiano e colombiano!

18 commenti:

papavero di campo ha detto...

splendida preparazione,
profumata come te, ricordo che nel primo commento che ti lasciai avevo subito intuito il tuo stile, il pensiero tradotto in tenerezza, in un contesto che sia di amorevolezza, questa ricetta ti rappresenta, è come te, cara la mia elle! accomunate da una elle e da tanto di più!

Irene b ha detto...

ma quante ricette... Sono rimasta un pò indietro, rimedierò! Perdona il ritado dei miei auguri ero impegnatissima al lavoro!

Lydia ha detto...

Quest'abbraccio tra Abruzzo e calabria racchiude un messaggio bellissimo.
E nel frattempo io abbraccio te

Carla ha detto...

Carisima aiuola, ma che bello questo incontro tra colombe! e come è piacevole vedere oggi questa unione tra tutti noi per un'unica causa!

La solidarietà è un grande dono da conservare in un barattolino e sigillarlo bene bene per non disperderlo :)


Una ricetta squisita con due ingredienti notevoli: la colomba delle Sorelle Nurzia e il cedro liscio di Diamante!

Come vorrei essere con te oggi!

Baci canditi :)

Carla ha detto...

...ah dimenticavo, sono in ritardo con gli auguri di Pasqua...chiedo venia...

spero che tu abbia passato questi giorni in serenità e armonia...

baci augurali

nina ha detto...

Anche quello zuccotto, un'aiuola odorosa e amorevole.
grazie a te,
un bacio
nina

RosaMaría ha detto...

ohhh that looks so deliciuos!!

a.o. ha detto...

@papavero: :D brodo di giuggiole!

@ireneb: auguri anche a te cara Irene, avrai deliziato i tuoi ospiti con la fiabesca atmosfera di Valdirose... beati loro.

@lydia: l'abbraccio è importante! L'abbraccio unisce e rinvigorisce, da e prende forza, è un ponte. Lo ricambio con intensità e con gratitudine... per questo volo alto, inaspettato, che ci avete fatto vivere.

@carla: ti sento vicina, cara Carla, e sento la tua sincera commozione... dai! facciamoci una volatina insieme :D

@nina: zuccotto, testolina dura, con cuore tenero anche tu?

@rosamaria: and, above all, sooo easy to make :D

astrofiammante ha detto...

un dolce che rappresenta la forza e la tenerezza magnificamente, brava!

Effeti ha detto...

anche in questa occasione hai sintetizzato magnificamente !

Anna Luisa e Fabio ha detto...

Bello zuccotto e con il cedro di Diamante poi...
Complimenti!
Anna Luisa

Gunther ha detto...

complimenti un bel modo per utilizzare la colomba ottima la selta del cedro

Lauradv ha detto...

Questa ricetta è semplicemente meravigliosa! Buona serata Lauradv

a.o. ha detto...

@astrofiammante: un contrasto che appartiene a tutti noi, com'è difficile raggiungere un equilibrio...

@effeti: grazie fulvia, aspiro alla sintesi, mi piace.

@anna luisa e fabio: grazie amici, cedro profumato! Benvenuti nell'aiuola odorosa.

@gunther:la ricetta originale prevede il pan di spagna, ma per volare serve la colomba! :D

@lauradv: grazie Laura, benvenuta nell'aiuola odorsa!

Paoletta ha detto...

con la tua ricetta mi hai ispirata: ho usato anche io la colomba (avanzata tristemente da pasqua e che nessuno voleva finire . . .)ebbene? ora dello zuccotto non rimangono neanche le briciole!
ciao, ciao

Artemisia Comina ha detto...

che bella quella colombina ovuta. e questo zuccotto, yes.

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Che strepitosa interpretazione! un'anima dolce e morbida tutta da scoprire :-)
Buon week

CucinaItaliana ha detto...

Anche questo mese LA CUCINA ITALIANA lancia un contest e stavolta tocca a... LA FRITTATA!
Semplicissima da preparare, ma ideale per sbizzarrirsi.
Forza, partecipa anche tu!

Per maggio info:
http://www.lacucinaitaliana.it/default.aspx?idPage=862&ID=337208&csuserid=2112&ar=

Scade il 10/06/10