venerdì 17 luglio 2009

Il concetto tutto aiuolino di pausa pranzo (estiva).


La pennichella riserviamola dunque per il fine settimana. Negli altri giorni, ovvero quelli lavorativi, la controra sarà spesa all'aria aperta. Voi mi direte: ma con 36° ci vieni a parlare di aria aperta alle due del pomeriggio? Ed io vi rispondo: carissime, in questa faccenda la fortuna è dalla mia. Si da il caso, infatti, che a pochi chilometri dal mio ufficio mi attenda questa oasi di pace e di relax. Aiuola si rinfranca dal caldo africano, sguazzando come un lucido pesce azzurro nella piscina di Albert, che - da vero gentiluomo - le concede l'accesso a piede libero.

Lunedì sono un'acciuga, martedì sono una sarda, mercoledì sono uno sgombro, giovedì sono un tonnetto, venerdì chiudo in bellezza: sono Xiphias Gladius... il pescespada!



Albert. Thank you, friend!

5 commenti:

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Sì, la fortuna è decisamente dalla tua ... riuscire a ritagliarsi questi attimi rende meno faticoso lavorare in estate :-)
Buon WE

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

E io questo sabato sono un pinguino (14°C)! Quindi una buona porzione di sana invida. Faccio un tuffetto virtuale, poi torno a cercare i calzettoni.
Un abbraccio
Alex

cobrizoperla ha detto...

questi sì che sono amici! ;-DD

Anna ha detto...

Vorrei essere una bella sogliola e sguazzare anch'io in piscina!Sono verde d'invidia anche se vado a mare ogni giorno.Felice domenica!

Fastidiosa ha detto...

Quando si dice avere gli amici che contano! ;-)

Serve un pesce palla?!