sabato 8 novembre 2008

Morning ritual.


Svegliarsi il sabato, senza il bi-bip della sveglia, è un magnifico inizio. Senza la solita fretta, senza contare i minuti, senza esaminare di pressa ciò che bisogna indossare, è un magnifico inizio.

Io il sabato mattina indugio nel letto, poi un bacio per Sommy, come sempre, e mi alzo. La prima cosa che faccio è andare in giardino con Penelope, per darle da mangiare e cambiarle l'acqua da bere. La seconda è preparare la mia tazza di tè, quella che bevo da sola mentre osservo le piante. E' un lento giro di perlustrazione, nell'aria nuda del mattino, che mi rimette in comunicazione col mondo. Rientro e preparo la colazione, e mentre la casa si riempie del profumo del pane tostato, del caffè, e di qualche nota musicale, do una sbirciatina al blog, alle notizie e mi godo i pochi minuti che seguono, prima che la giornata cominci.

E ora rigiro la domanda di Jen, Simply Breakfast, : qual'è il tuo rituale mattutino?

19 commenti:

Ely ha detto...

bella domanda... diciamo durante la settimana non ho rituale a volte non faccio in tempo a bere manco un caffè... durante il w.e. è un pò più calmo.. ma on di troppo chi vuole il biberon ci vuole il latte chi si siede al mio posto... ho un sogno fare la colazione come se fossi al bar servita e riverita... mi è successo solo in viaggio di nozze 12 anni fà e mi ricordo ancora cosa ho mangiato... baci Ely

Artemisia Comina ha detto...

aspetto, tra pezza e cuscino, mentre Alice mi abbandona lieta per corrergli dietro, che Nunchesto torni con caffè e dolce, il dolce di turno che segue l'andamento della casa (la nuova torta, l'ultima nata, o i biscotti comperati ob torto collo in mancanza di meglio?).

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Durante la settimana pensieri e caffè, la domenica tranquillità, letture, coccole e caffè :-)

papavero di campo ha detto...

lo sai aiuola vero che il tuo risveglio è una delle modalità migliori? oserei come Candide la perfetta in un mondo perfetto!
(dalla tua hai qualcosa di pregiato, di grandioso che è il cuore innamorato! il vecchio Alberoni sarà simpatico o meno ma quanto giusto disse dello stato nascente!)

io sono dormigliona, non mi staccherei mai dall'utero-letto! ricevo amorevolmente da sempre la calduccia bevanda saporita, al tè di una vita, è ora subentrato il latte di riso con l'infantile cioccolato nesquik! somministrazione mattutina mentre sono ancora accucciata, con cui il consorte pazientemente continua a viziarmi:))
poi alzata ciondolo per casa, di qua di là senza connettere ancora e se sono in bioritmo vitalistico mi vengono un sacco di grilli per la capa..o se sono in calo cerco di raccapezzarmi e poi nuovamente mi riaggancio al ritmo della giornata, sto dicendo dei giorni liberi, gli altri sono sotto il segno della fretta ma mica tanto perché con il tempo mi sto vivaddio concedendo anche di lunedì e company un maggior esercizio di rallentamento

nina ha detto...

quando ho vicino il mio amore che è di solito lontanolontano il caffè arriva a letto da una casa che non ha tazzine, ma solo tazzone grandi o bicchierini stile liquore.
per cui un caffe sempre vestito bizzarro ma mai così buono.

quando invece la maggior parte delle volte sono da me, la scelta della tovaglietta e della tazzina mattutina (perche non ne ho una uguale e ogni giorno quale uso dipende dall'umore) comincia già a pormi davanti al mistero della scelta, ma in modo carezzevole.

E poi guardar fuori dal davanzale o dal balcone, pure se l'aria è frizzante, in ammirazione in riflessione in recupero dei pensieri lasciati sospesi nella notte senza accorgersi, perché il sonno è arrivato prima e li ha buggerati.

un bacio e buona domenica
f.

Rossana ha detto...

A differenza di quelli/e che vorrebbero stare a lungo a letto, la mattina non mi dispiace alzarmi appena suona la sveglia (se la notte è passata tranquillamente) e comincio a dedicarmi subito ai miei tre gatti.
Mi occupo della loro pulizia e del loro cibo, cambio loro l'acqua e li coccolo.
Poi preparo il caffè e metto l'acqua sul fuoco per il thé verde, a cui non posso rinunciare.
Dopo di che, faccio aria in casa e sveglio Lunina, che ha tempi ben diversi dai miei. La colazione me la gusto sempre con molta calma, per poi passare rapidamente alla sistemazione della mia persona e all'uscita per portare Luni all'asilo.
Credo comunque sia il momento più bello e dolce della giornata.

cuochetta ha detto...

Da quando sono mamma la mia sevglia la detta lei: Chiara, è il suo primo pensiero del mattino MI SONO SVEGLIATA FACCIANO COLAZIONEEEEE! e così baci baci bacetti anche alle 7 del mattino di domenica e via a preparare latte x lei, caffè x noi e tutti e tre attorno al tavolo a ridere e scherzare...

guja ha detto...

Anch'io lascio volentieri il letto...senza sveglia e abbastanza presto!certo durante la settimana anche il mio breakfast è più 'fast'...ma certe cose non cambiano:la tazza preferita, l'acqua che bolle per il tè, 5 biscotti o un pezzo di torta...l'ascolto del primo Tg prima di uscire di casa...Il fine settimana è un rito più 'lento':leggo mentre sorseggio il tè, indugio in pigiama per casa, programmo la giornata libera!
Un bacio.
Cristina

Fastidiosa ha detto...

Davvero, bella domanda... mi spinge a riflettere, forse avrei bisogno di riti rilassanti come i tuoi.
Il sabato e la domenica, senza sveglia senza orari prima di alzarmi dal letto mi lascio coccolare e coccolo un sacco il mio amore. E' davvero un nostro bisogno, una spinta per il nuovo giorno. Poi prepariamo la tisana, le fette biscottate con la marmellata, gustiamo con calma la colazione chiaccherando e quindi girando in pigiama con calma scegliamo cosa fare.
Durante la settimana purtroppo mi alzo sempre all'ultimo minuto, e per non togliere tempo alle coccole e alla colazione mi preparo ed esco di corsa, quasi in apnea per recarmi in ufficio spesso senza molta voglia...
Insomma, sono una fastidiossima coccolona! ;-)

ROMY ha detto...

Io mi alzo sempre prestissimo, ma non per esigenze particolari, se non quella che amo veder nascere il giorno. Preparo la colazione a mio marito, la pappa alla cagnona e alla gattina, e poi mi faccio un tè. Indugio un po' per scegliere quale mi farò, la tazza in cui berlo, e con quale accompagnamento (biscotti? pane tostato e marmellata? dolce? salato? ). Poi, mi metto alla finestra con la mia tazza,e guardo svanire lentamente la notte...

Effeti ha detto...

La mia colazione a volte ha i ritmi della città altre quella mare.E' qui che mi affaccio alla finestra e con la tazza del tè fra le mani osservo il tiglio che segna le stagioni.Questo primo sguardo mattutino in cerca di sole o nuvole,vento o quiete, avvia il ritimo della giornata ...anche i gatti reclamano la colazione ...finalmente ci sediamo ,il tiglio è ancora davanti a noi e la marmellata fatta in casa durante il fine settimana non manca mai!

marypoppins ha detto...

a volte ci si sveglia insieme a volte zitti zitti per non svegliar nessuno.....poi profumo di caffè, preparo la tavola per tutti....torta e pappa alla Sofi!
un abbraccio
Mary

a.o. ha detto...

carissime, mi sembra di vedervi tutte... e di conoscervi un po' di più.

Barbara ha detto...

Per parecchio tempo non ho saputo resistere alle lusinghe di Morfeo ed ho ben oziato, quando possibile..da qualche anno invece, ho scoperto la dimensione della prima mattina; mi piace godermi il profumo del caffè, la magia di quel silenzio, il colore dell'erba ancora umida...momenti di appagante quiete prima della carburazione!

Un abbraccio
Barbara

blunotte ha detto...

da tanto, troppo tempo non passavo a trovarti e che meraviglia perdersi tra i tuoi scatti e le tue parole, ,il rituale del sabato mattina poi..che dolce tranquillità.

verderame ha detto...

bella la definizione di nuda per l'aria del mattino,mi da l'idea di un'ora preziosa ancora carica di mille possibilità. ciao Marina

cocozza ha detto...

Decisamente un bellissimo risveglio immagino le feste di Penelope anche io dopo il mio Ale la prima faccia che vedo è quella di Azad il mio cagnolone e ti posso assicurare che non vorrei vedere di meglio il suo entusiasmo è contagioso.
baci cocozza

Manuela ha detto...

direi che i rituali sono due, durante la settimana cereali e yogurt alle 6 del mattino prima di mettere in moto alle 6.45 il resto della famiglia (ben 45 minuti "per me" ... stendere il bucato, lavarsi, scaricare la lavastoviglie, vestirsi, fare colazione con ago e filo in mano per cominciare bene ...) durante il fine settimana, invece la colazione è un pochino un rituale, preparo spremuta pane tostato e marmellata per la truppa, cereali e latte di soya per mio marito che è allergico ai latticini, caffè e biscotti per me ... magari sfogliando un vecchio libro di Laura Ashley, o Country Garden ...

a.o. ha detto...

ogni commento una piccola finestra aperta sul vostro mattino.
;)