venerdì 17 ottobre 2008

Venerdì. Aromatique frittata.


Impertinente a.o., che si fa cogliere in flagrante reato di "frigorifero semivuoto" dal venerdì che arriva.
Mea culpa, che dire. A difesa una settimana davvero insipida, priva di stimoli e ispirazione, una settimana di quelle anonime in cui la mente se ne va in stand-by.
Allora?
Che si fa?
Giunge, in ausilio, l'idea della frittatina di Twostella. Adattare, rielaborare con gli ingredienti che si hanno a disposizione, ed è presto fatto.
Per l'aromatique frittata ho utilizzato:
uova
timo, rosmarino, lavanda, salvia, basilico (cauto l'uso della lavanda, se troppa copre tutti)
pomodori secchi sott'olio
parmigiano
orzo cotto precedentemente
pepe nero
sale





6 commenti:

papavero di campo ha detto...

la lavanda spiegami si può mettere nei cibi? la trovi a volte a mo' di decorazione in superficie ma penso che non si mangi in definitiva,

d'accordo sull'idea dell'orzo cotto, io a volte metto quanche cucchiaio di farina di grano saraceno, che poi dà alla frittata una bella consistenza di tortino,

il parmigiano trovo che ci stia sempre d'un bene!

le frittate sono uno dei sicuri piacere della tavola pour moi!

a.o. ha detto...

Io la uso, papavero. Un rametto, lo aggiungo intero, per esempio, nelle scaloppine di petto di pollo al vino o al vino porto per aromatizzare. E tritato, solo pochi aghetti, in qualche frittata. Ma, ripeto, con estrema parsimonia, pena vapori di lavanda nelle narici sine die.

Per la consistenza, a volte, anche il pane grattugiato, tecnica paterna. Mai provato?

Rossana ha detto...

A parte che sai rendere affascinante persino una frittata.
A parte che usi ingredienti che mi stimolano sempre moltissimo.
A parte che una settimana delle tue non può essere insipida, renderesti interessante anche un pomodoro secco (non a caso...).

Insomma, come fai?
Sembra persino di addentarla. :)

a.o. ha detto...

A parte che sei troppo gentile e carina e io non so proprio come ringraziarti...
un buon weekend con il tuo topolino.

Alex e Mari ha detto...

La lavanda l'ho già messa in tantissime preparazioni, ma alla frittata non ci avrei pensato. E mi piace!! Eccome se mi piace.
Quanto è profumata oggi la tua aiuola. Sempre piacevole venire
Buon WE, Alex

Fastidiosa ha detto...

Mm che bontà! Una signora odorosa frittata!